Forti temporali in arrivo al Centro-Sud

Passaggio di testimone dal caldo africano all’aria umida oceanica. I dettagli

Si è ormai conclusa la marcata avvezione di aria calda sub-tropicale (capace di apportare temperature decisamente elevate e battendo persino diversi record di temperatura). La cesura con i giorni precedenti sarà stabilita da un passaggio di aria fresca e umida di matrice oceanica, in grado di mettere definitivamente sotto scacco il primo tentativo di “generale estate”.

Dall’immagine satellitare possiamo osservare come un robusto sistema nuvoloso abbia oramai messo piede sulle acque del Tirreno, garanzia di un veloce peggioramento che tra la notte prossima e la giornata di domani avverrà anche al Sud. Qui i forti contrasti termici daranno vita a violenti temporali, accompagnati anche da grandinate e raffiche di vento. Notiamo infatti come un nastro trasportatore caldo (Warm Conveyor Belt), sia stato presente fino a qualche ora fa lungo le estreme regioni meridionali. Esso fornirà energia convettiva al sistema frontale previsto approdare entro notte al largo del medio-basso Tirreno.

Prime “forti instabilità diurne” di Maggio al Sud

Nelle prossime ore, quindi, avremo ventilazione gradualmente da ponente sul Centro-Sud, con deciso calo termico associato all’ingresso di aria fresca e umida. La presenza di temporali sarà sparsa, a macchia di leopardo, con traiettoria generalmente da ovest verso est. I fenomeni più intensi si avranno nelle aree interne tra Emilia Romagna e Lazio-Abruzzo. Sempre nel corso della giornata di domani, temporali in sviluppo lungo tutto l’Appennino meridionale, con possibilità di sconfinamento dei fenomeni anche lungo le aree marittime (ad esempio aree dell’Alto Jonio). Grazie alla mappa, vediamo una distribuzione probabilistica delle aree interessate da fenomeni. Si tratterà di instabilità tipica del periodo primaverile-estivo: acquazzoni forti, fulminazioni e raffiche di vento per qualche ora, dove seguiranno cieli più limpidi in serata. Giovedì probabile veloce scorrimento del fronte verso la Grecia, con ultimi residui fenomeni instabili su dorsale meridionale, e tra Basilicata, Calabria e Sicilia centro-orientale. Migliora ovunque entro il fine settimana.

Ti potrebbe piacere anche...