Passaggio di testimone tra aria gelida e maltempo

Finale di Marzo effervescente

L’arrivo della massa d’aria gelida di matrice continentale ha portato, nelle scorse ore, la migliore parvenza invernale di quest’anno. Si tratta di aria decisamente fredda per il periodo, pesante e densa, in grado di interessare non solo le alte quote, bensì di riversarsi e depositarsi lungo le valli, le aree interne e pianeggianti. Gli effetti sono stati osservati pressoché ovunque: dalle gelate sparse al Nord, ai record negativi di temperatura in quota relativi al mese di Marzo (-8.4°C al radiosondaggio di Linate all’altezza di 850 hpa), alle nevicate in molte zone del Centro e del Sud fin sul livello del mare. A questa prima fase prettamente invernale sta per seguirne un’altra molto importante e altrettanto interessante…

Nell’immagine sono ben rappresentate le due masse d’aria a confronto: quella gelida attratta verso sud, sul ramo discendente del minimo e quella calda, che in una prima fase alimenterà la depressione, sul ramo ascendente. Fonte: Meteoblue

 

 

Il punto della situazione

… infatti una robusta depressione, presente attualmente sottovento ai monti dell’Atlante algerino, sta richiamando a sé una notevole quantità di aria gelida dalla stessa massa di origine russo siberiana piombata sul Mediterraneo.

Ne uscirà una cosiddetta “depressione da contrasto”, dove quest’ultima tenderà a mettere a confronto due masse d’aria dalle caratteristiche termo-igrometriche completamente diverse: una tiepida e asciutta desertica, l’altra gelida e densa. Ne conseguirà una forte instabilizzazione con un rapido approfondimento del sistema ciclonico.

Tale depressione risalirà velocemente nelle prossime ore verso il mar Ionio, apportando un severo guasto del tempo soprattutto lungo le aree orientali delle regioni meridionali. L’elevato gradiente termico tra le due masse d’aria favorirà l’insorgenza di fenomeni temporaleschi localmente intensi. Verrà a formarsi un marcato sistema frontale occluso, enfatizzato da un’elevata quantità di energia baroclina. In particolare, l’arrivo di aria mite e umida (più leggera) tenderà a sollevare quella fredda (più pesante) attualmente depositatasi al suolo, dando genesi a forti moti convettivi capaci di sviluppare nubi temporalesche.

Lo scirocco, che spirerà a livello di burrasca, tenderà inoltre ad ammassare una grande quantità di aria umida lungo i versanti esposti, favorendo quindi lo “stau orografico”, e un’ulteriore accentuazione dei fenomeni.

Scatto del satellite che ritrae la situazione attuale: la copertura di nubi che in questo momento sovrasta le regioni meridionali è l’avamposto della depressione che nelle prossime ore interesserà il nostro paese

 

Ultime note invernali al Sud

Per la giornata odierna ci aspettano condizioni via via marcatamente instabili sui settori ionici di Sicilia e, entro la serata, della Calabria. Piogge meno insistenti sui restanti settori del Sud. In serata tendenza alla temporanea diminuzione dei fenomeni sulla Sicilia occidentale. Quota neve in rialzo dall’Appennino Siculo e Calabro a salire verso Nord. Sulle restanti aree del paese si alterneranno condizioni di nuvolosità sparsa a variabilità con piogge e nevicate possibili fino al piano sul Piemonte entro sera, e fino a quote basse su Prealpi centrali e Appennino centro-settentrionale.

Mappa sinottica della giornata odierna: in viola è raffigurato il fronte occluso foriero di intensi fenomeni all’impatto con le estreme regioni meridionali

Depressione in marcia verso Nord

La giornata di domani sarà caratterizzata dalla traslazione del minimo dallo Ionio verso il Tirreno. Ci aspettano dunque condizioni marcatamente instabili inizialmente sulla Calabria Ionica con temporali localmente intensi, in estensione al resto dei settore ionico e del medio Adriatico. Precipitazioni più contenute sulle restanti zone del Centro-Sud. Nel corso della mattinata coinvolgimento, da parte dei fenomeni, della Sardegna orientale e dell’Emilia Romagna, dove non si escludono nevicate fino al piano. Sul Nord aumento della nuvolosità da Est verso Ovest,  con nevicate su Alpi orientali e, entro il pomeriggio, nuovamente su Alpi e Prealpi piemontesi fino a quote medio-basse. In serata maltempo concentrato tra Sicilia e Calabria, in particolare sul basso Tirreno, su medio-basso Adriatico e sulla Sardegna orientale. Altrove variabilità con precipitazioni deboli sparse.

Mappa sinottica per la giornata di domani: vari rami occlusi ruotano attorno un perno, rappresentato dal minimo in risalita

 

Minimo a spasso sul Tirreno

Venerdì il minimo rallenterà la sua corsa e stazionerà maggiormente sul Tirreno. Nella prima parte del giorno precipitazioni di una certa rilevanza potranno interessare ancora la Calabria, il medio Adriatico e la Sardegna. Nella seconda parte del giorno, il minimo ormai parzialmente colmato dall’aria fredda, punterà verso la Sardegna. Condizioni di moderata instabilità si avranno sulla porzione centro-orientale dell’isola, sul medio Tirreno e sul medio-alto Adriatico. Un’ultimo passaggio instabile, rappresentato da un altro ramo di occlusione, potrà interessare velocemente la Sicilia e la medio-bassa Calabria. Nuvolosità diffusa altrove, con deboli fenomeni su Alpi e Prealpi occidentali, nevosi da quote medie.

 

Lacuna barica lasciata in eredità

Il minimo si andrà a colmare baricamente entro sabato, ma un’area “debole geo-potenzialmente” sarà ancora attiva e potrebbe rinnovare condizioni di variabilità sulle aree del medio-basso Tirreno e sulle zone interne del Centro-Sud, agevolando i tentativi di termo-convezione diurna, ancora deboli.

 

Occhio alla ventilazione…

…che spirerà intensa, a rotazione ciclonica, a partire già dal pomeriggio di oggi. Tra serata e prime ore di domani le raffiche più intense si registreranno sul ramo ascendente del minimo, dove spireranno venti di scirocco. I picchi potranno superare i 120 km/h nelle aree sottovento e sulle aree ioniche. La ventilazione subirà un leggero calo di intensità, seppur si manterrà sostenuta sul Tirreno e sul Ligure, tra giovedì e venerdì.

 

Umberto Rossini e Nunzio Larosa

Ti potrebbe piacere anche...